Sostituire hard disk di sistema Windows con un SSD

0
334
Condividi

Sostituire hard disk di sistema Windows con un SSD

In questo articolo vedremo come sostituire l’Hard disk meccanico di sistema, con Windows, con un HD SSD. Questo passaggio è oramai obbligato per i produttori musicali che fanno uso di tante tracce audio e VSTi sempre più potenti. Le tracce audio, del vostro sequencer e dei vistual instrument con suoni campionati, lavorano tutti in streaming su HD.

Oramai da qualche anno i processori hanno raggiunto delle prestazioni fantastiche, adesso il collo di bottiglia è la comunicazione con l’hard disk, lavorare con un SSD, non avendo meccanica e tempi di accesso nulli, è come passare da una Panda ad una Ferrari, così non dobbiamo cambiare il nostro computer.

Esistono molti modi per rendere più veloce un computer lento , ma pochi sono facili ed economici come sostituire il disco rigido esistente con un’unità a stato solido (SSD). Effettuare lo swap, nella maggior parte dei casi, ridurrà drasticamente il tempo necessario per avviare Windows, caricare programmi ed eseguire qualsiasi attività che implichi quantità significative di accesso al disco (editing video, audio, trasferimento di file, ecc.). Quando sostituirete disco rigido con un SSD, il tempo di avvio di Windows passerà da quasi 5 minuti a pochi secondi. E programmi come Adobe Photoshop che potrebbero richiedere un minuto o più per aprirsi, ora si aprono in un attimo. Il tuo vecchio computer non sarà solo come nuovo; sarà meglio di quanto non sia mai stato.

Con un SSD, avrai anche l’ulteriore vantaggio di una maggiore robustezza (gli SSD sono molto meno sensibili ai danni da cadute rispetto ai dischi rigidi perché non hanno parti mobili), una migliore durata della batteria e un funzionamento più silenzioso.

Con SSD da 1 TB ora disponibili per circa € 100, è quasi stupido non effettuare il passaggio. E non hai bisogno di competenze tecniche avanzate per farlo. Finché ti senti a tuo agio con un cacciavite ed eseguendo un semplice programma di clonazione (che letteralmente fa un clone del tuo disco esistente, quindi il tuo sistema operativo, i tuoi programmi e impostazioni e tutti i tuoi file saranno esattamente gli stessi e pronti per partire sulla tua nuova unità), questo è un compito che chiunque dovrebbe essere in grado di gestire.

Che taglia SSD comprare

Quando acquisterai un SSD, la prima cosa che dovresti determinare è quale unità di misura hai bisogno. Dovresti sceglierne uno che sia almeno grande quanto il tuo attuale disco rigido. Se l’unità attuale sta esaurendo lo spazio, dovresti considerare di passare a qualcosa di più grande. Il suggerimento è di non andare più piccolo di 500 GB e, idealmente, di 1 TB, che dovrebbe fornire ampio spazio di archiviazione per la maggior parte delle persone.

In questo link potrete trovare diversi marchi e modelli di SSD adatti per le vostre esigenze

Acquistare un cavo di trasferimento dati da SATA a USB

Il cavo per il trasferimento dei dati è quello che userai per clonare il tuo disco rigido esistente sul tuo nuovo SSD usando la porta USB del tuo laptop. Tutti i cavi sono praticamente uguali e puoi sceglierne uno per meno di 10 Euro su Amazon. Il Sabrent USB 3.0 a SATA  ottiene recensioni ottime e farà quello che avete bisogno di fare.

 

Clona il tuo disco rigido

Se sei preoccupato per lo sforzo di trasferire Windows sulla tua nuova unità trasferisci tutti i tuoi file con un bel bake-up. Se acquisti un’unità che non include il software, ci sono molti programmi di clonazione del disco gratuiti che puoi scaricare da solo.

Per iniziare:

  1. Installa il software di clonazione sul tuo PC
  2. Collega il cavo di trasferimento dati SATA a USB al tuo computer (idealmente in una porta USB 3.0, per le migliori velocità di trasferimento. Le porte USB 3.0 avranno la linguetta blu all’interno)
  3. Collega il tuo nuovo SSD al cavo SATA
  4. Seguire le istruzioni nell’applicazione di clonazione dell’unità per clonare il disco rigido esistente

Il processo di clonazione richiederà un po ‘di tempo per trasferire i dati sul nuovo disco. Non utilizzare il computer quando si verifica il processo di clonazione perché eventuali modifiche apportate alle impostazioni o ai file potrebbero non essere clonate sulla nuova unità.

Se si dispone di un computer fisso bisogna acquistare una staffa (con meno di 10 Euro) per adattare l’SSD da 2,5″ nell’alloggiamento da 3.5″ del fisso.

Finita la clonazione, basta sostituire il vecchio HD con il nuovo SSD. Per il laptop basta aprire il coperchio sotto ed eseguire la sostituzione, eventualmente consultate il manuale del vostro portatile. per il computer fisso bisogna acquistare una staffa (con meno di 10 Euro) per adattare l’SSD da 2,5″ nell’alloggiamento da 3.5″ del fisso, togliere il vecchio HD, fissare il nuovo SSD con l’adattatore, collegare i cavi SATA e d’alimentazione ed il gioco è fatto.

Questo è tutto! Ora puoi goderti l’enorme aumento delle prestazioni del tuo nuovo SSD. E mentre il tuo SSD dovrebbe essere più affidabile del tuo vecchio disco rigido, se di tanto in tanto cloni il tuo nuovo SSD sul tuo vecchio disco rigido usando il cavo da USB a SATA, sarai in grado di usarlo come un sostituto completamente funzionale, dovresti mai averne bisogno bisogno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui