Tina Turner: Un’amaro addio alla regina del Rock ‘n’ Roll

335
Tina Turner
Condividi

Tina Turner: Un’amaro addio alla regina del Rock ‘n’ Roll

È con un cuore pesante che salutiamo Tina Turner, la formidabile cantante rock’n’roll che ha conquistato il mondo come artista solista e divenne un’icona immortale degli anni ’80. All’età di 83 anni, dopo una lunga lotta con la malattia, la leggendaria star ci ha lasciato.

Nata Anna Mae Bullock nel 1939, Tina cresce a Nutbush, nel Tennessee. Le sue umili origini la vedono raccogliere il cotone con la sua famiglia, cantare nel coro della chiesa e affinare la voce che sarebbe poi diventata simbolo di potenza e passione. La sua collaborazione con il violento marito, Ike Turner, sarebbe stata turbolenta e dolorosa, ma nonostante le avversità, Tina riuscì a plasmare un’eredità musicale unica.

Tina Turner, soprannominata “la Regina del Rock’n Roll”, è stata un pilastro nella scena musicale, spianando la strada per le donne nere nel rock ‘n’ roll. Le sue esibizioni dal vivo energiche e cariche di passione hanno ispirato artisti del calibro di Mick Jagger, che ammise di aver tratto spunto dallo stile scenico di Tina.

La sua carriera solista è stata contrassegnata da un notevole successo, raggiungendo l’apice negli anni ’80 con l’album “Private Dancer”. Questa seconda ondata di successo è stata raccontata in tre memorie, un film biografico, un musical jukebox e, più recentemente, nel 2021, l’acclamato film documentario, “Tina”.

Tina ha combattuto contro una serie di problemi di salute, tra cui il cancro intestinale e un trapianto di rene. Tuttavia, nonostante queste sfide, il suo spirito incrollabile non ha mai vacillato. Ha spesso citato il buddismo e la pratica del canto come forze che hanno avuto un impatto positivo sulla sua vita.

Nonostante la sua ritirata ufficiale dalla scena musicale nel 2000, Tina ha mantenuto una presenza nella cultura popolare. Nel 2008, si è esibita ai Grammy Awards con Beyoncé e ha intrapreso un ultimo tour per celebrare i 50 anni di carriera. Tuttavia, come ha ammesso in un’intervista con il New York Times nel 2019, era stufa di cantare. “Ero solo stanca di cantare e rendere tutti felici”, ha detto. “Questo è tutto ciò che ho fatto nella mia vita.”

Nonostante gli ostacoli che ha dovuto affrontare, Turner ha sempre sostenuto che la vera felicità viene dal mantenere uno spirito pieno di speranza. “La felicità vera e duratura deriva dall’avere uno spirito incrollabile e pieno di speranza che può brillare, qualunque cosa accada”, ha detto in un’intervista del 2020 con The Guardian.

Shop Tine Turner

Molti la conoscono per la sua affascinante presenza scenica e la sua voce vibrante che ha definito un’epoca, ma Tina Turner era molto di più di un’artista di successo. La sua vita fu segnata da avversità e sfide, che affrontò con una resilienza ineguagliabile, trionfando sul palcoscenico e nella vita.

Negli anni ’60, si formò artisticamente al fianco di Ike Turner, il suo allora marito e partner musicale. Questo periodo è ricordato non solo per i successi musicali ma anche per la violenza domestica di cui fu vittima. Lottò per trovare la sua indipendenza artistica e personale, divorziando da Ike nel 1978. Riuscì a mantenere il suo nome d’arte e, con esso, creò una nuova carriera, diventando una delle icone più amate degli anni ’80.

Turner sfidò le convenzioni e rifiutò di lasciarsi definire dai brutti momenti della sua vita. La sua storia personale è diventata un simbolo di resistenza e riscatto, raccontata attraverso memorie, un film biografico, un musical e un documentario. Il suo successo non era solo la sua musica, ma anche la sua lotta per l’autonomia e il riconoscimento.

Il suo contributo alla musica è stato riconosciuto a livello internazionale. Turner è stata inserita nella Rock and Roll Hall of Fame come artista solista, 30 anni dopo l’induzione di Ike e Tina Turner. Inoltre, nel 2020, un remix del suo successo del 1984 “What’s Love Got to Do With It?” le ha permesso di diventare la prima artista ad avere un successo nella Top 40 del Regno Unito in sette decenni consecutivi.

La Turner lascia un’eredità duratura, non solo nella musica, ma anche come una figura di forza e resistenza. Nonostante le sfide e le avversità, ha sempre avuto un messaggio di speranza per il suo pubblico. Come ha detto in una recente intervista: “La vera e duratura felicità deriva dall’avere uno spirito incrollabile e pieno di speranza che può brillare, qualunque cosa accada”.

La sua morte lascia un vuoto incolmabile nel mondo della musica, ma il suo spirito e la sua musica vivranno per sempre. Alla fine, Tina Turner non era solo la “Regina del Rock ‘n’ Roll”, era una regina nella vita – coraggiosa, resiliente e ispiratrice. Il suo messaggio di speranza, resilienza e trasformazione rimarrà sempre nella memoria di coloro che hanno avuto il privilegio di ascoltarla e di conoscerla.

hard disk ssd su amazon